03.05.2021 – Emozioni e colpi di scena hanno caratterizzato il primo round del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint 2021, corsosi a Monza nel weekend appena trascorso, ma Imperiale Racing con la consueta determinazione ha confermato il proprio valore salendo sul podio e recitando un ruolo da protagonista nella massima serie tricolore per vetture GT.

Il team di Mirandola ha schierano in pista due Lamborghini Huracàn GT3 Evo affidate all’equipaggio PRO #63 composto da Alex Frassineti (ITA) e Luca Ghiotto (ITA) e la #19 con Mateo Llarena (GUA) e Riccardo Cazzaniga (ITA) in Pro-Am. Entrambi gli equipaggi hanno dimostrato capacità di adattamento e grande prestazione, sia sul giro secco che sul passo gara, consentendo ad Imperiale Racing di marcare punti con entrambe le vetture in tutte e due le gare in programma.

Nelle qualifiche, buona prestazione di Frassineti che in Q1 ha portato la #63 al quinto posto in 1’48.401, con il giovanissimo Llarena, alla prima uscita in Lamborghini, undicesimo assoluto e quinto di Pro-Am in 1’49.067. Poco prima della Q2, uno scroscio d’acqua ha rimescolato le strategie rendendo la lotta per la pole di gara due molto più incerta. Ghiotto ha chiuso la sua prima sessione cronometrata dell’anno in 1’53.475 in ottava piazza, mentre Cazzaniga ha portato la #19 nuovamente in undicesima piazza, sesto di Pro-Am.

Gara uno è scattata sotto il temporale e dietro alla safety-car. La pioggia non ha diminuito di intensità e dopo pochi giri la direzione di gara ha deciso per il rinvio della sfida alla domenica mattina, recuperando i giri rimasti. Sulla #63 grande start di Frassineti che si è subito messo in luce nella lotta per le posizioni di vertice, inanellando una sfida appassionante con Riccardo Agostini (Audi R8 LMS), Luca Filippi (Ferrari 488 Evo) e Jacopo Guidetti (Honda NSX). Nonostante un contatto alla prima variante abbia leggermente danneggiato l’aerodinamica posteriore destra, il pilota italiano ha chiuso uno stint spettacolare, lasciando il volante a Ghiotto in lizza nella top-5. Il pilota veneto è stato altrettanto efficace e si è reso protagonista di un finale spettacolare: incollatosi agli scarichi di Lorenzo Ferrari, all’uscita della Parabolica all’ultimo giro si è presentato sul traguardo appaiato all’Audi R8 LMS e con un colpo di reni finale ha bruciato il rivale al fotofinish, conquistando la quarta piazza. L’attribuzione delle penalità e il perfezionamento della classifica tenendo conto anche dei pochi giri disputati al sabato ha permesso all’equipaggio Imperiale Racing di scalare una posizione e di portare a casa un meritato terzo posto finale.

Più lineare gara due con Ghiotto molto efficace alla sua prima partenza sulla Huracàn, bravo a mantenere la posizione anche nelle consuete bagarre del primo giro e perfetto insieme al team nella scelta di tempo per il pit stop. Nel secondo stint, Frassineti ha girato come un orologio, martellando su tempi di assoluto valore che gli hanno permesso all’ultimo giro di arrivare in scia ad Agostini e Guidetti per un finale incandescente che lo ha visto mancare il podio per un soffio. Quarto posto che ha visto l’equipaggio #63 incamerare punti importanti per il campionato.

Sulla #19 straordinaria prima gara nel GT italiano per Mateo Llarena che nelle primissime fasi, con pista ancora molto umida, ha dimostrato il suo talento rendendosi protagonista di alcuni spettacolari soprassi che lo hanno visto risalire fino alla quinta piazza. Il continuo avvicendamento è proseguito anche nel secondo stint, con uno scatenato Cazzaniga che al ventunesimo giro ha segnato il giro più veloce in gara in 1’49.146, presentandosi sul traguardo in settima piazza e terzo di Pro-Am. Una penalizzazione di 5 secondi per il caos della prima variante, quando molti equipaggi sono stati costretti a tagliare la traiettoria per evitare contatti, ha poi visto Llarena e Cazzaniga chiudere ottavi assoluti e quarti di Pro-Am.

In gara due grande primo stint di Cazzaniga, che ancora una volta ha segnato uno dei giri più veloci rimasto imbattuto per diverse tornate. Il pilota italiano si è destreggiato con esperienza nelle bagarre iniziali, iniziando una rimonta che gli ha permesso di cedere la vettura a Llarena in lizza per la top-ten. Il rookie guatemalteco non si è certo tirato indietro ed ha finalizzato la rimonta che ha visto l’equipaggio chiudere in un ottimo settimo posto assoluto e nuovamente quarto di Pro-Am.

Alex Frassineti:
“Weekend molto complicato per le condizioni meteo, ma sono molto soddisfatto del risultato finale: sia del podio in gara uno che del quarto in gara due. Siamo a soli 3 punti dalla vetta del campionato e il team ha fatto un grande lavoro, la vettura era davvero performante sia sul bagnato che sull’asciutto. Luca alla prima gara in GT è andato subito molto bene, abbiamo ottime prospettive per Misano”.

Luca Ghiotto:
“È stato un weekend molto impegnativo, per quanto mi riguarda ho dovuto imparare tante cose in fretta, ma sono soddisfatto, abbiamo fatto due buone gare. Siamo stati molto costanti sia sul bagnato che sull’asciutto. Cercherò di continuare l’apprendistato e di accelerare la curva di crescita”.

Mateo Llarena:
“Sono molto contento, è stato un fine settimana positivo, tutto è andato bene al netto delle condizioni difficili. In gara uno mi sono sentito bene con la macchina, ho cercato di spingere e di recuperare posizioni. Anche in gara due, con l’asciutto, la macchina è stata perfetta e abbiamo sfiorato il podio, che a questo punto resta il nostro obiettivo per Misano”.

Riccardo Cazzaniga:
“Sono abbastanza soddisfatto di questo weekend, il potenziale era molto alto, il team ha fatto un grande lavoro ma la situazione meteo ha sicuramente reso tutto più difficile. Non ha pagato molto la scelta delle rain nel primo stint in gara uno, ma nel mio stint con le slick siamo stati davvero molto competitivi. In gara due ho commesso un piccolo errore alla prima variante, ma il ritmo è stato poi decisamente buono. Abbiamo rimontato e siamo arrivati ad un soffio dal podio che onestamente credo avremmo meritato e che resta comunque il nostro primo obiettivo”.

Luca Del Grosso (Team Manager):
“Non è stato un weekend facile, le condizioni meteo hanno reso più impegnativa l’individuazione della scelta giusta sia a livello pneumatici che set-up, ma abbiamo dimostrato una grande coesione di squadra e tutti i ragazzi hanno spinto forte, sia sul bagnato che su asciutto. Alex è una certezza, conosce bene la macchina e lo ha dimostrato, Luca migliora di giro in giro e ha saputo trarre il meglio in ogni frangente, Mateo ha disputato un weekend di grande spessore al debutto e Riccardo non è mai andato così forte, quel giro veloce in gara uno conta davvero molto. Monza era forse la pista più ostica per noi, quindi al netto di tutto questo possiamo essere soddisfatti di questa prima stagionale che ci ha permesso di raccogliere punti importanti sia per la classifica assoluta che per la Pro-Am. Non abbiamo mai perso di vista l’obiettivo, abbiamo raccolto anche molti dati che ci permetteranno di preparare al meglio il prossimo round a Misano”.

Classifica CIGT Sprint Assoluta
1. Crestani-Greco pt. 22; 1. Agostini-Ferrari pt. 22; 2. Mancinelli-Postiglione pt. 21; 3. Bar-Segù pt. 20; 4. Frassineti-Ghiotto pt. 19; 5. De Luca-Guidetti pt. 12

Classifica CIGT Sprint Pro-Am
1. Cecotto-Perolini pt. 27; 2. Filippi-Lippi pg. 25; 3. De Luca-Guidetti pt. 20; 3. Segù-Bar pt. 20; 4. Hudspeth-Schreiner pt. 16; 5. Cazzaniga-Llarena pt. 14