29.10.2019 – Si è chiusa con il titolo mondiale Pro-Am nelle Finali Mondiali Lamborghini e il secondo posto nel Super Trofeo Europa 2019 la stagione di Imperiale Racing nell’appassionante monomarca riservato alle vetture di Sant’Agata Bolognese che nel weekend appena trascorso ha dato vita ad una sfida davvero spettacolare sul Circuito di Jerez de la Frontera (ESP).
Nel lungo weekend spagnolo il team di Mirandola è tornato a schierare in pista tre Lamborghini Huracàn Super Trofeo Evo con Vito Postiglione (ITA) e Kikko Galbiati (ITA) in PRO sulla #44, Karol Basz (PL) e Andrzej Lewandowski (PL) in Pro-Am sulla #6 e Hans Fabri (NL) in LC sulla #88.
Ad aprire l’azione è stato l’ultimo round del Lamborghini Super Trofeo Europa 2019, dove Postiglione e Galbiati erano in lotta per il titolo piloti. In Q1 Postiglione ha staccato il terzo miglior tempo in 1’42.038, mentre Lewandowski si è assicurato la migliore prestazione Pro-Am in 1’44.120. Quarto tempo LC per Fabri. In Q2 terzo crono per Basz (1’42.380), secondo in Pro-Am, con Galbiati quinto (1’42.655) e Fabri nuovamente quarto in LC.
Al via di gara uno, Postiglione ha subito recuperato una posizione, ma i distacchi sono rimasti molto corti e il pilota italiano è così rientrato ai box per il cambio pilota insieme a Schandorff (#31) e Di Folco (#9). Galbiati è rientrato in pista terzo, ma non ha mai perso il contatto con Venditti (#9) tentando a più riprese un attacco. L’ingresso della safety car nelle battute conclusive ha rimescolato le carte: alla ripartenza dopo la neutralizzazione si è infatti creato un distacco tra i primi due e il resto del gruppo con un solo giro ancora di disputare. Nella bagarre conclusiva Galbiati ha dovuto cedere una posizione e ha chiuso quarto, difendendosi con grinta dagli attacchi degli avversari.
Bella la prestazione di Lewandowski-Basz che nell’ordine hanno rimontato fino al quinto assoluto e hanno conquistato una stupenda vittoria in Pro-Am.
Quarto posto in LC per Fabri sotto alla bandiera a scacchi.
Meno positiva gara due, l’ultima della stagione. Gabiati ha preso il via determinato a giocare tutte le carte per l’affermazione in campionato, ma una foratura nella parte finale del suo stint ha rallentato la corsa della #44 ponendo fine alle chances di vittoria. Nonostante l’ottimo lavoro dei piloti, con Postiglione che nella seconda parte di gara ha continuato a spingere, l’equipaggio ha chiuso al nono posto, secondo nella classifica piloti.
Non è andata meglio alla #6, che dopo un ottimo stint di Basz e l’ottima scelta di tempo per il pit stop ha visto Lewandowski al comando della corsa. Negli ultimi minuti, difendendo la leadership dagli attacchi di Bartholomew (#32), un’improvvisa reazione in fase di frenata ha visto il pilota Imperiale Racing concludere la sua ottima gara nella sabbia.
Soddisfazione per Fabri, che grazie ad una gara costante ha conquistato il terzo posto in LC, salendo per la terza volta sul podio in questa stagione.
Il weekend è proseguito sabato e domenica con le Finali Mondiali Lamborghini dove Imperiale Racing ha dominato la categoria Pro-Am con Basz-Lewandowski, autori di una stupenda doppietta, che hanno così conquistato il titolo mondiale di categoria.
Finali particolarmente combattute in categoria PRO, dove Postiglione e Galbiati si sono confrontati in un parterre di assoluto livello. In Q1 con un ottimo 1.42.116 Postiglione ha chiuso nono, mentre nella seconda sessione Galbiati ha chiuso settimo in 1’42.854.
L’intensa bagarre di gara uno ha visto l’equipaggio Imperiale Racing protagonista in pista con alcuni confronti particolarmente spettacolari. Al termine, Postiglione e Galbiati hanno tagliato il traguardo in settima posizione dopo aver rimontato due posizioni.
Positiva gara due. Galbiati ha subito iniziato a recuperare nel primo stint e un’ottima scelta di tempo per il pit stop ha permesso a Postiglione di rientrare in pista in un momento favorevole che gli ha consentito di spingere per concretizzare il quinto posto sotto alla bandiera a scacchi.
In Pro-Am weekend decisamente positivo per l’equipaggio #6. In Q1 Basz ha fermato i cronometri in 1’42.176 con il terzo riferimento in Pro-Am, mentre in Q2 Lewandowski è stato il settimo Pro-am con un miglior giro in 1’44.371.
In gara uno l’equipaggio ha subito rotto gli indugi, Basz ha imposto un ritmo perfetto al suo turno di guida e ha consentito poi a Lewandowski di finalizzare la rimonta per andare a conquistare la vittoria di Pro-Am sotto alla bandiera a scacchi.
La posizione di partenza in gara due poteva far sembrare molto più difficile ripetersi, ma l’equipaggio #6 ha tradotto tutta la propria determinazione con un’altra prestazione di grande valore. Lewandowski nel primo stint e Basz nel secondo hanno recuperato ben otto posizioni e hanno conquistato la seconda vittoria di categoria, confermandosi campioni Pro-Am delle Finali Mondiali.
In AM+LC Hans Fabri ha disputato un’ottima chiusura di stagione, confermando la propria crescita prestazionale. In gara uno, dopo essere partito dall’undicesima posizione LC (1’47.675 in qualifica), il pilota olandese dell’Imperiale Racing ha gestito con freddezza una gara ricca di colpi di scena, ha concretizzato una bella rimonta e ha tagliato il traguardo in quinta posizione LC.
Il weekend si è poi concluso con un nono posto in gara due, dopo essere partito dalla decima casella, al termine di una gara costante e senza errori.
Luca Del Grosso (Imperiale Racing, Team Manager):
“È difficile riassumere tutto quello che è successo in questo weekend. Non mi piace parlare di sfortuna, in una competizione di motorsport le variabili sono molteplici e quando lotti per la vittoria devi osare, spostando l’asticella sempre più in alto e mettendo in conto che può succedere di tutto.
Credo che in questa stagione abbiamo dimostrato una grande crescita, abbiamo ottenuto 7 pole positions, 6 vittorie e 4 successi di classe, 8 podi tra assoluta e categorie e se consideriamo anche le World Finals dobbiamo aggiungere anche lo spettacolare titolo Pro-Am ottenuto nel weekend.
Nel Super Trofeo Europa abbiamo confermato di essere sempre al top, abbiamo lottato per la vittoria fino all’ultimo metro per la terza stagione consecutiva e questo è un importante risultato di squadra.
Non si finisce mai di imparare e per questo devo ringraziare tutti i ragazzi del box, i nostri piloti e i tanti sostenitori che non ci hanno fatto mai mancare il loro affetto. È finita una stagione, ma la sfida di Imperiale Racing continuerà presto”.